LEGGENDE MEGALITICHE

    Certamente riconosco che, per gli standard di qualità a cui oggi siamo abituati, queste LEGGENDE MEGALITICHE possono risultare semplicemente INASCOLTABILI. Però è tanta la carica del complessino rock con cui negli anni '80 realizzavo questo progetto (i FENIX), che non so resistere alla tentazione di farne menzione nel mio sito, e caricarne qui almeno qualche esempio, sia pure come pura documentazione.

    Sull'onda dell'estetica fantasy eroica di "Conan il barbaro", infatti, componevo canzoni che raccontavano di una preistoria dimenticata, dove però l'uomo, da selvaggio che è, si evolve via via verso forme sempre più "sapiens" ogni volta che acquista una nuova comprensione.

    Aggiungo poi qui in coda anche GRAK E RUDEAU, un appunto fatto anni dopo, in casa, che si riallaccia però idealmente a questo filone.

 

 

PROFESSOR DARNO  è la storia-contenitore che introduce il concerto

CORRI GUR  la folle corsa di un ominide che, nell'eterna penombra della giungla, sente il richiamo a salire sugli alberi per vedere cosa ci sia oltre la colte verde...

IL DONO DI ORG  Quando l'aura del mito viene meno, l'uomo non crede più, neanche se c'è un dono da accogliere.

ALANG  Appeso a un aquilone, Alang spia il campo nemico.

TAMBURI DI RAH-MA Rah-ma con i suoi tamburi parla all'amico oltre l'orizzonte, incurante della derisione della sua tribù

I VASTI SILENZI DI URUK  Uruk fugge dalla corte e dai suoi intrighi per cercare la verità.

GRAK E RUDEAU Un ubriacone e un giullare. In chi ti sta davanti c'è l'infinito.