L'ATTESO - IL MUSICAL

Mi azzardo a mettere in testa alla presente pagina il brano con cui si apre L'ATTESO (video tratto dalla realizzazione de L'ATTESO di Gabriella Furlan con coreografie Valerio Longo), perché esprime in profondità quello che io stesso vivo, nella tensione quotidiana ed esistenziale verso il Grande Mistero. A parlare è il re Mago Gaspar, nel quale mi identifico.

 

Ma ora veniamo a noi, veniamo all'Opera

 

       L'ATTESO non narra "una" storia d'amore, ma "la" storia d'amore per eccellenza, quella tra la più bella fanciulla di Nazareth e un giovane, Giuseppe, innamorato a tal punto di lei, da essere capace di volare oltre ogni limite dell'amore umano pur di esserle accanto nella sua impervia via di donazione totale a Dio. L'ATTESO quindi certamente ben si colloca nel periodo natalizio, ma è anche un'opera capace di parlare al cuore dei giovani e degli innamorati in ogni momento.

         La prima rappresentazione teatrale vera e propria del musical non è avvenuta, come pensavo, qui in Italia, ma - dopo appena pochi mesi dall'uscita dell'album - in Lituania, con san Giuseppe interpretato da un attore-cantante-ballerino. E tutto con una sensibilità e un gusto francamente nuovi, rispetto a come siamo abituati qui da noi (vedi il video più sotto).

 

L'ATTESO in LITUANIA

 

*   *   *   *   *

 

         Successivamente l'opera è stata rappresentata anche in Italia da diversi gruppi, e in particolare - e con elevata professionalità - dalla compagnia "Padova danza" di Gabriella Furlan, prima al Palageox di Padova e poi al Teatro Filarmonico di Verona, per la coreografia di Valerio Longo, che ha messo in scena ballerini con giubbotti e tatuaggi, in un ambiente underground metropolitano ricco di murales animati di Simone Ferrarini.

L'ATTESO A VERONA